Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva

La BPCO – Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva- è una malattia polmonare progressiva, a oggi non ancora totalmente reversibile. La malattia ostacola le vie aeree infiammate, così da creare difficoltà, anche gravi, alla respirazioni. I malati di BPCO hanno, infatti, sintomi come tosse, mancanza di fiato, attacchi d'asma...

Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva

Il fumo di sigaretta è senza dubbio il fattore maggiore di rischio di questa malattia, ma esistono anche altre cause come le polveri, agenti chimici (fumi, vapori), l’inquinamento atmosferico, le combustioni… La diagnosi della BPCO avviene tramite la spirometria, che permette di misurare la FVC – Capacità Vitale Forzata - e il VEMS - Volume Espiratorio Forzato nel primo secondo. La diagnosi stabilisce l’effettiva gravità della malattia (ci sono 4 stadi: I - lieve, II - moderata, III - grave e IV - molto grave)e la presenza di eventuali altre malattie polmonari (asma, turbecolosi): elementi fondamentali per individuare il corretto programma terapeutico.

Non esiste una cura definitiva per la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva, ci sono però una serie di trattamenti in grado di ridurre i sintomi, evitare la progressione, migliorare lo stato di salute. La terapia prevede la somministrazione di broncodilatatori per alleviare i sintomi della malattia e di vaccini influenzali (uno e due volte l’anno) per scongiurare peggioramenti del funzionamento dei polmoni già compromessi. Al trattamento farmacologico si abbinano programmi di riabilitazione respiratoria, ma nei casi più gravi è necessario un ricovero ospedaliero (o medico domiciliare) ed in alcuni casi intervenire anche chirurgicamente sul paziente. Sicuramente per evitare il peggioramento dei sintomi e arrivare a fasi acute è necessario smettere di fumare e evitare i fattori di rischio, inoltre la BPCO deve essere continuamente monitorata nel tempo. Riacutizzazioni della malattia sono dovute anche all’inquinamento atmosferico, alla presenza di eventuali infezioni virali o batteriche(per questo è importante sottoporsi al vaccino).

La BPCO è fortemente diffusa a livello mondiale, basti pensare che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è la quarta causa mondiale di morte (almeno 65 mila morti all’anno)!